Mostri

Mostri

Credo che nei laboratori oggi iniziano a vedere le condizioni per creare nuove forme di vita, come sono stati dati in migliaia di milioni di anni in quelle stagni inizio, dove ha cominciato a regnare il primo ameba. Con il tempo, che ameba è venuto a scrivere sonetti, per abbattere il suo atomi e dare le leggi morali. Dopo tutto, questo viaggio non è stato troppo a lungo. Praticamente era ieri quando la ricerca scientifica in laboratorio, egli non era, ma che una miscela di microscopiche minerali, simile a quello che ormai unisce all’interno del suo cilindro e quindi il random uniti per creare questo modo di vita, che per il momento ci interessa. La necessità per esperienza è consustanziale alla natura umana. La scienza è una parte di questo slancio irrazionale che è la legge dell’evoluzione, e per ora non si sa che cosa. biochimica, lo sviluppo dell’essere umano, ma è chiaro che il terrore che ha iniziato a germinare, nei laboratori è stato esteso per il congresso e per il capitolo di camere dove si imposta l’, ordine morale. Penso che qualsiasi legge scritta che gli uomini si sono dati per ordinare gli esperimenti della scienza sarà assolutamente ridicolo davanti al cieco di alimentazione dell’indomito fiume della vita. È meglio preparare la mente per accettare l’imminente mostri. Il primo di rose, il primo swan, il primo pavone non era una mostruosità della natura? Immaginare l’orrore che avrebbe prodotto la scimmia Adamo di essere in paradiso, Marilyn Monroe giarrettiera pintándose le unghie sotto l’albero di mele. Forse questo mos ancora nella fase iniziale di evoluzione e ci sono le anime news network nevrotico su quale sarà il futuro, ma aspetta con ansia l’imminente mostri che stanno andando a venire fuori il labo ratorios non vediamo quelli che sono già fuori. Per il momento, hanno ancora una certa forma umana. Tra le rovine del Partenone, una scimmia con una frusta è ancora affliggono Socrate.

* Questo articolo è apparso nell’edizione a stampa della domenica, 6 aprile 1997

admin

admin ha scritto 1000 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>